Salta al contenuto principale

INFLAZIONE: SIB, CARO SPIAGGE CON RISERVA

Ago
/
30
/
2006

Gli aumenti di agosto dell’Istat non convincono gli imprenditori balneari. “Ci sorprendono e ci convincono poco i dati Istat relativi all’aumento tendenziale dell’11,3% dei prezzi degli stabilimenti balneari nel mese di agosto”, afferma Riccardo Borgo, Presidente del S.I.B. Sindacato Italiano Balneari aderente a F.I.P.E. Confcommercio che associa circa 10.000 imprese. “I dati in nostro possesso sono di altra natura: valutiamo nel 50% gli stabilimenti balneari che non hanno comunicato alle Regioni di competenza le tariffe relative al 2006, continua Borgo, ciò comporta l’obbligo di applicare quelle in vigore nell’anno 2005. Alla luce delle indicazioni che abbiamo dato ai nostri associati, di attenersi al tasso di inflazione qualora avessero messo mano al listino prezzi, combinando i due fattori, ci sembra impossibile raggiungere un tasso medio di crescita a due cifre. Sarebbe estremamente importante capire come si è potuti giungere a questo dato per poterne valutare la portata, capirne meglio la consistenza e, soprattutto, la diffusione territoriale”. “In ogni caso, prosegue Borgo, poiché il dato Istat ci preoccupa, stiamo predisponendo meccanismi che ci consentano di valutare con assoluta attendibilità i costi del nostro settore, consapevoli che, proprio per l’importanza che il comparto balneare ricopre nel complesso del sistema turistico italiano, abbiamo la necessità di evitare che lievitazioni non motivate creino allarme, disagio, caduta di competitività e immagine”. Siamo certi che i migliori osservatori dell’andamento dei costi siano i clienti delle nostre spiagge, li invitiamo a segnalare anomalie, problemi, consigli e, se li meritiamo, attestati di stima per SMS al n. 334.9642367 o per e-mail all’indirizzo sib@fipe.it. “Ricordiamo, infine, che settembre è il mese nel quale le strutture balneari applicano tariffe agevolate e offerte speciali – conclude Borgo – questo per invogliare a programmare una vacanza alla fine della stagione balneare, consentendo, in questo modo, di recuperare almeno parzialmente l’andamento negativo del mese di agosto caratterizzato in quasi tutta Italia dalle sfavorevoli condizioni atmosferiche e, più in generale, dalla costante crisi dei consumi”.

Roma, 30 agosto 2006

fficio stampa S.I.B. tel. 06.583921

www.sindacatobalneari.it

Allegato